Sentiero del Tracciolino – Costa Viola

Il sentiero del “Tracciolino” nacque come stradella di servizio ad un acquedotto che collegava la Sorgente dell’Olmo in località “Piani della Corona”, nel territorio di Bagnara Calabra, al centro abitato di Palmi, consentendo l’approvvigionamento idrico attraverso una condotta tutt’oggi visibile.
Il sentiero si sviluppa altimetricamente dai 280 m s.l.m circa a livello del suo innesto, a sud del centro abitato di Palmi, ai 445 m di altezza della sorgente dell’Olmo percorrendo la tipica costa rocciosa con falesie a strapiombo sul mare nota come “Costa Viola”, di grande interesse dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, attraverso i territori comunali di Palmi e Seminara.
Le pareti rocciose più o meno verticali della Costa Viola sono costituite in genere da gneiss o da graniti, su cui si insedia la tipica vegetazione rupicola. Sulle superfici meno acclivi si localizzano le leccete spesso a portamento arbustivo, boschi termofili ricchi in lentisco ed erica arborea.
Lungo il percorso è visibile il tipico paesaggio terrazzato, costituito dai terrazzamenti un tempo vitati (ràsole) o i loro resti, sostenuti dai muretti a secco (armacìe), a dimostrazione del paziente e continuo operato della civiltà contadina di un tempo, finalizzato a conquistare spazi incolti ad aree vallive quasi inaccessibili o addirittura ad intere scogliere a picco sul mare, tramite il faticoso trasporto di pietrame e terreno provenienti da zone fertili spesso lontane.
L’imponente opera ingegneristica di muri a secco è stata realizzata nei secoli da generazioni e generazioni di agricoltori e tutt’oggi solo una piccola parte dei terrazzamenti risultano coltivati,  soprattutto nelle aree più accessibili.
L’escursionista potrà ammirare uno scenario incantevole sullo stretto di Messina nel quale svettano, imponenti, l’Etna verso sud e le isole Eolie verso Ovest. Si potranno ammirare, inoltre, incastonate tra inaccessibili speroni rocciosi, le spiagge di “Cala Leone” e “Cala Janculla”, accessibili solo dal mare.